“LinkedIn sta cambiando”, “arriva il nuovo LinkedIn”.
Forse ti è capitato di sentirlo dire o leggerlo in questi giorni, perché anche in Italia alcuni utenti hanno già accesso alla nuova versione di LinkedIn da computer.

In che direzione va LinkedIn?

L’acquisizione da parte di Microsoft forse ha solo accelerato un processo che era già in atto e che era più che necessario: il rinnovamento dell’esperienza d’uso di LinkedIn da computer, attraverso i programmi di navigazione (Chrome, Firefox, Explorer ecc.).

  • 1. LinkedIn è cresciuto ed è cambiato nel tempo, tanto che l’attuale versione mostra ovunque il segno di uno strumento non omogeneo, non organico e infatti molte funzioni sono una vera caccia al tesoro, contro ogni possibile utilizzo intuitivo. Quindi la prima direzione di cambiamento di LinkedIn è verso una riorganizzazione e semplificazione del sito, per offrire una migliore usabilità.

 

  • 2. Tante funzioni utili anche per chi fa di LinkedIn un utilizzo commerciale erano disponibili gratuitamente, e LinkedIn aveva (e sotto Microsoft ha più che mai) necessità di far quadrare al meglio i conti. Quindi la seconda direzione di cambiamento è quella di marcare maggiormente tra un uso semplice per tutti gli utenti (free) e strumenti più specifici e potenti (a pagamento).

 

Quali sono le principali novità?

Detto questo vediamo quali sono i 5 principali cambiamenti che saltano all’occhio di chi utilizza la nuova versione di Linkedin, oltre alla grafica e alla riorganizzazione dei contenuti.

  1. Sparisce la ricerca avanzata e la possibilità di salvare le ricerche. Resta una ricerca base con qualche filtro, come avviene sull’app. Chi vuole scandagliare al massimo la rete di LinkedIn dovrà fare un pensiero più che serio a Premium, magari Sales Navigator.
  2. La richiesta di collegamento è finalmente più semplice anche dal sito, non serve indicare come si è conosciuta una persona, come avviene sull’app. Mentre resta la possibilità di personalizzare il messaggio.
  3. Come avviene ad esempio su Facebook, anche su LinkedIn si potranno modificare gli aggiornamenti dopo averli pubblicati. Era ora 🙂
  4. Sparisce la Relationship tab e di conseguenza la possibilità di associare tag ai contatti. Anche in questo caso è chiaro il tentativo di aumentare gli utenti di Sales Navigator.
  5. Si potranno conoscere le statistiche degli aggiornamenti, principalmente il numero di visualizzazioni.

Come preparasi alla nuova esperienza d’uso di LinkedIn?

Quando arriverà il nuovo LinkedIn? Molti lo hanno già, qualcuno lo riceverà domani, o dopo, qualcuno deve aspettare qualche settimana o mese. Non si sa con precisione, il rilascio è diluito nel tempo e a macchia di leopardo.

Ma c’è qualcosa che tutti possono fare subito, ovvero cominciare ad utilizzare (maggiormente) l’app, perché il nuovo LinkedIn ricalca da vicino l’organizzazione dei contenuti e le funzioni dell’app per smartphone Android e iOs (che puoi scaricare da qui). Nel video spiego meglio questo concetto.

 

 

P.S. Per la cronaca io, ad oggi, ho ancora il “vecchia” layout e quindi tutte le vecchie funzioni!

 

 

Corsi LinkedIn